SESSANA-SAVOIA. Il pagellone Per Adamo e Guarro gara da incorniciare, Sibilli da clonare. Esposito raggiunge quota 11 realizzazioni, Infimo segna e fa segnare. De Rosa perseguitato dalla sfortuna, Fabiano le ‘azzecca’ tutte

http://www.solosavoia.it/2016/12/12/sessana-savoia-il-pagellone-2/

sessana-savoia16GALLO 6,5 – Solo due interventi in tutta la gara, il primo risulta decisivo perché avviene al 19’ sullo 0-0, con la bella uscita su Palumbo lanciato a rete; l’altro a fine partita (49’) su Grieco. Non ha alcuna responsabilità sul gol avversario.

ADAMO 7 – Ritorna titolare dopo un turno di riposo forzato. E’ tra i migliori in campo, prestazione sopra le righe, non solo difende con precisione ma spesso e volentieri si lancia sulla fascia giungendo fino all’area avversaria. Si guadagna gli applausi convinti del pubblico, tutto grinta e personalità, la sua crescita è esponenziale, sempre più un punto fermo nello scacchiere di Fabiano.

GUARRO 7 – Il capitano disputa una gara ai limiti della perfezione, interventi precisi e mai casuali, chiude tutti gli spazi, si trova benissimo con Prevete al suo fianco. In un’occasione un suo anticipo su un avversario pronto alla conclusione vale quasi un gol, davvero bravo.

SIBILLI 7 – Dopo aver scontato il turno di squalifica, si riposiziona in mediana. Disputa una gran partita, bravo sia in fase di contenimento che in quella di proposizione della manovra. Si prende la responsabilità di calciare il rigore (nella foto) che porta al vantaggio dei bianchi: è freddo e preciso nel battere Maiellaro, spiazzandolo addirittura. Lotta su ogni pallone come un principiante, da clonare.

PREVETE 6,5 – Si ritrova nell’inedito ruolo di difensore centrale per sopperire alle contemporanee assenze di Castaldo e Lucignano, fermati dal giudice sportivo. Se la cava più che bene, l’intesa con Guarro sembra già solida, un lusso per il reparto considerando che ha il piede e la testa di un centrocampista.

DE FALCO 6 – Si guadagna la sufficienza ma la sua gara, di ordinaria amministrazione, passa sotto tono rispetto alla super prestazione sfoderata da quasi tutti i compagni di squadra.

TULIMIERI 6,5 – Si conquista il rigore dello 0-1 con un’azione caparbia sulla fascia, è in giornata ed i suoi tocchi sono deliziosi. Spesso si alterna sulla fascia con Infimo, sempre pericoloso. A fine gara i tifosi gli tributano un coro tutto per lui, la richiesta è quella che resti per portare il Savoia in ‘D’. (Dal 28’ s.t. ANDRES 6 – Entra nel momento di maggior pressione della Sessana, svolge perfettamente il compito di contenere le sfuriate degli aurunci, provvidenziale il suo salvataggio sulla linea sul tiro a botta sicura di D’Abronzo).

BORRELLI 6,5 – Ufficializzato sabato mattina, gioca subito. La sua è una prestazione tutta grinta e carattere, si inserisce ottimamente negli schemi e si alterna con i compagni di squadra nelle fasi offensive. Davvero un bell’esordio, meritati gli applausi del pubblico al momento della sua uscita dal campo (Dal 16’ s.t. ONDA 6,5 – Entra con la giusta mentalità in campo, si posiziona inizialmente in mediana per poi passare nel tridente offensivo al momento della sostituzione di Tulimieri. Probabilmente ha capito la ‘lezione’ impartita da Fabiano che lo ha tenuto in panchina perché nelle ultime esibizioni non rivedeva più l’Onda che tutti conoscono. Messaggio recepito, il talentino torrese ha disputato una mezz’ora ad alto livello. Sua la prima conclusione, deviata da Maiellaro, che permette poi ad Infimo di realizzare l’1-3).

ESPOSITO 7 – Raggiunta quota 11. Il bomber segna ancora ed il suo gol è pesantissimo perché è quello dello 0-2 che praticamente incanala la gara verso i tre punti. Già prima aveva avuto in due occasioni la possibilità di segnare ma i suoi colpi di testa erano stati neutralizzati da un grande Maiellaro.

DE ROSA S.V. – A lui la palma della sfortuna. Dopo neanche un quarto d’ora si infortuna al ginocchio sinistro (sospetta distorsione con interessamento dei legamenti), per un’entrata da rosso di Marino. Un grande in bocca al lupo per rivederlo presto in campo.  (Dal 15’ p.t. INFIMO 7 – Non doveva giocare, anzi era sul taccuino dei possibili tagli del mercato di dicembre, invece sfodera una prestazione da standing ovation. Presente in quasi tutte le azioni offensive. Nel primo tempo il suo tiro a botta sicura a pochi metri dalla porta, viene deviato da Maiellaro strozzando in gola la gioia del gol. Nella ripresa suo il cross per il gol di Esposito, la ciliegina sulla torta è l’1-3 con il quale mette fine ai giochi. Complimenti, un vero professionista).

AGATA 6 – Gara di ordinaria amministrazione, non commette errori. La sua fantasia è però superata da quella dei compagni che sono quasi tutti in gran giornata.

FABIANO 7 – Torna a sedersi sulla panchina dopo aver seriamente rischiato di doverla abbandonare. Lo fa con grande dignità e spirito di sacrificio, la sua mano si vede in tutta la partita. I giocatori ci mettono grinta e carattere così come vuole il proprio allenatore. Sopperisce all’uscita forzata di De Rosa inserendo Infimo, fa entrare al momento giusto Onda che dimostra di aver compreso la decisione di tenerlo in panchina. Gestisce perfettamente tutte le fasi di una gara vinta con merito ma mai facile.

(Redazione)





Lascia un commento

I NOSTRI PARTNERS